La segreteria regionale USB del Friuli Venezia Giulia (Lavoro privato, Settore Trasporti) ha aderito allo sciopero nazionale di 4 ore proclamato per venerdì 17 maggio dalle 9:00 alle 13:00. Lo sciopero interesserà sia il personale viaggiante (conducenti, controllori e verificatori) e sia il personale tecnico e amministrativo.

Lo sciopero è stato indetto «a tutela e per garantire il reale esercizio del diritto di sciopero e le continue interpretazioni restrittive operate dalla commissione nazionale di garanzia; contro le privatizzazioni e per la nazionalizzazione delle imprese di trasporto; per la salute e la sicurezza delle operazioni a tutela di lavoratori e utenti, basta omicidi; contro il sistema degli appalti indiscriminati e per la reinternalizzazione delle attività; per la definizione di una reale politica dei trasporti in Italia e per l’avvio dei tavoli sulla riforma dei settori; per ottenere politiche contrattuali realmente nazionali e esigibili per tutti i lavoratori che impediscano il dumping salariale e dei diritti; per la riduzione dell’orario di lavoro a parità di salario; per la piena occupazione e contro la precarietà».

Nella fascia oraria indicata potrebbero verificarsi disagi sia al servizio di trasporto pubblico e sia agli sportelli per il pubblico.

La percentuale di adesione da parte dell’USB al precedente sciopero dell’8 marzo 2019 era stata del 27 per cento.