«Siamo profondamente scossi dall’evento, è difficile in circostanze così trovare le parole giuste per esprimere ciò che si prova. In queste ore di cordoglio e irreparabile dolore ci stringiamo alla famiglia della vittima e in particolare ai figli della signora, e ci mettiamo, con grande rispetto, a loro completa disposizione».

Lo ha detto il presidente di Trieste Trasporti Pier Giorgio Luccarini in merito all’incidente di questa mattina in piazza Goldoni.

«Mi sia permesso – ha aggiunto Luccarini – spendere una parola di vicinanza anche per il conducente dell’autobus, perché episodi di questa gravità possono segnare, umanamente prima che professionalmente, in modo indelebile».

L’incidente è avvenuto alle 9:23 in corrispondenza dell’attraversamento semaforico di via Mazzini, all’imbocco di piazza Goldoni. Il mezzo, proveniente da piazzale Gioberti, stava accingendosi a svoltare in via Mazzini in direzione rive. La donna – ha constato la Polizia locale – ha attraversato con il rosso e, dopo aver colpito il mezzo, è caduta all’indietro sbattendo violentemente la nuca e rimanendo gravemente ferita. La signora è deceduta in ospedale poche ore più tardi.

Le immagini della telecamera frontale dell’autobus, che aiuteranno a chiarire la dinamica dell’incidente, sono state acquisite dalla Polizia locale.