Le segreterie provinciali di Trieste di Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Faisa-Cisal e Ugl Trasporti hanno aderito allo sciopero nazionale dei lavoratori del trasporto pubblico locale di lunedì 21 gennaio. Lo sciopero, della durata di 4 ore, interesserà sia il personale viaggiante (conducenti, controllori e verificatori) e sia il personale tecnico e amministrativo.

Per il personale viaggiante, a Trieste lo sciopero avrà inizio alle ore 9:00 e si concluderà alle ore 13:00. Per il personale tecnico e amministrativo, lo sciopero riguarderà le ultime 4 ore di servizio. Nel corso della giornata potrebbero pertanto verificarsi disagi sia al servizio di trasporto (tra le 9:00 e le 13:00) e sia agli sportelli per il pubblico.

Tra le 6:00 e le 9:00 saranno ad ogni modo garantiti tutti i collegamenti.

Lo sciopero, che riguarda i settori dell’autonoleggio e del trasporto pubblico locale, è stato indetto contro la proposta europea di modifica del Regolamento CE 1073/2009 (che fissa norme comuni per l’accesso al mercato internazionale dei servizi di trasporto con autobus) e del Regolamento CE 561/2006 sui tempi di guida e di riposo.

La percentuale di adesione al precedente sciopero del 19 marzo 2014 da parte delle stesse sigle sindacali era stata del 33 per cento.