Sarà operativo fino al 16 dicembre il nuovo servizio sperimentale BiciBus di Trieste Trasporti. L’iniziativa, che rientra fra quelle del progetto europeo Civitas Portis, di cui l’azienda è partner, consente di viaggiare in autobus fra il centro città e Basovizza con le biciclette a bordo.

Il servizio, che sta riscuotendo un grande successo, è attivo tutti i sabati e le domeniche.

Le partenze avvengono da piazza della Libertà, dal marciapiede antistante la stazione ferroviaria, con i seguenti orari: 9:00, 10:00, 11:00, 13:00, 14:00, 15:00, 16:00, 17:00. Il punto di arrivo è il capolinea della linea 39 nel comprensorio di Basovizza di Area Science Park (Sincrotrone Elettra).

Da Basovizza le partenze sono previste alle ore 9:30, 10:30, 11:30, 13:30, 14:30, 15:30, 16:30, 17:30.

Il servizio, al quale si può accedere con un biglietto di corsa semplice o con un normale abbonamento, fa un’unica fermata intermedia, a richiesta, in corrispondenza del distributore di benzina Eni in via Valerio, a fianco dell’Università.

Le biciclette viaggiano gratuitamente.

A bordo del mezzo, identificato con la dicitura BiciBus, possono essere caricate fino a un massimo di 7 biciclette, che devono essere alloggiate negli spazi abitualmente riservati alle carrozzelle. Le biciclette devono essere ancorate, a cura degli utenti, alle aste verticali o ai mancorrenti orizzontali con le apposite cinghie presenti sul bus.

Il servizio, autorizzato dalla Regione Friuli Venezia Giulia e dalla Motorizzazione civile regionale, è riservato ai ciclisti: gli autobus non potranno trasportare altri passeggeri. A bordo dei bus, inoltre, non possono essere caricati tandem, mentre è consentito l’accesso alle biciclette a pedalata assistita.

Il carico e lo scarico delle biciclette deve avvenire a cura e sotto la responsabilità dell’utenza.

Qui il video promozionale del servizio realizzato dalla DirtSee Production.