Contenuto principale

Progetto Alcol-Guida

La locandina del progettoL’abuso di alcolici, con le sue conseguenze in termini di incidenti stradali e danni per la salute, rappresenta ormai un’emergenza nazionale. Il territorio della provincia di Trieste rappresenta un’area ad alto rischio, come dimostrano i rilievi condotti dalla Polizia Stradale che evidenziano costantemente una prevalenza doppia dei soggetti con alcolemia oltre i limiti previsti dalla normativa vigente tra la popolazione triestina rispetto all’intera regione.

La politica di prevenzione messa in atto dalla Regione attraverso l’Azienda per i Servizi Sanitari n°1 Triestina e l’impegno del Prefetto di Trieste hanno portato ad attivare percorsi di promozione della salute e di prevenzione che si sono concretizzati il 30 novembre scorso con la sottoscrizione di un importante protocollo d’intesa tra la Prefettura di Trieste, la Trieste Trasporti spa, l’Azienda Servizi Sanitari, la Direzione Provinciale del Lavoro e la Sezione Polizia Stradale di Trieste.

Un ulteriore passo in avanti nell’ambito del percorso tracciato è rappresentato dalla collaborazione tra la TT, che conta oltre 600 autisti di mezzi pubblici ed uno dei sistemi più efficienti del panorama nazionale della mobilità urbana e l’ASS, che da anni è punto di riferimento nazionale per la prevenzione nell’ambito delle problematiche alcol-correlate. Tale collaborazione si è estrinsecata nella predisposizione ed attivazione di un percorso informativo-formativo per i lavoratori ed i referenti delle proprie organizzazioni aziendali e nell’attivazione di una campagna d’informazione che vede gli stessi mezzi pubblici della TT diventare uno strumento per sensibilizzare gli automobilisti sui rischi legati alla guida in stato di ebbrezza.

A tal fine è stato bandito tra i dipendenti delle due aziende un concorso dal titolo “Gli autobus attraversano la città, facciamoli portare il nostro messaggio”, per trovare degli slogan efficaci sulla base dei quali impostare le immagini che, veicolate da 50 autobus cittadini a partire dal mese di dicembre 2009, cercheranno di indurre comportamenti corretti da parte dei guidatori.

Gli slogan vincitori sono stati individuati con la collaborazione dello scrittore Pino Roveredo. Al primo posto si è classificata Manuela Margiore (ASS) con “Non farti guidare dall’alcol, scegli la vita”, al secondo posto Stefano Pizzul (ASS) con “Pensa, un drink in meno una vita davanti”, al terzo posto Claudio Sincovich (TT) con lo slogan “Con l’alcol non viaggiare, riservati i punti per vivere e guidare”. L’iniziativa ha visto la partecipazione del noto vignettista Paolo Marani, autore della vignetta che ha aperto la serie dei messaggi veicolati dagli autobus cittadini, con lo slogan “Alcol: tu lo bevi, lui ti mangia”.

Nel 2010 la collaborazione tra gli enti coinvolti verrà ulteriormente sviluppata, con ulteriori campagne informative.